• psicologa
  • psicologa
prendiamoci cura di chi si cura

Gruppi di parola per la condivisione delle emozioni e esperienze dei familiari che si occupano della sofferenza dei propri cari

 

Perchè un gruppo?

 

Scegliere un'esperienza di gruppo significa darsi l'opportunità di trasformare i propri vissuti da incomunicabili a comunicabili, da incondivisibili a condivisibili, dando un nome alla sofferenza e riconoscendone le emozioni.

La dimensione del piccolo gruppo permette di ricercare e sperimentare soluzioni nuove grazie all’ascolto, all'accettazione e al supporto dei partecipanti e dei conduttori, verso un maggiore senso di benessere.

gruppi di supporto

Un cammino per andare oltre...

 

...oltre il senso di impotenza


Gruppo di supporto dedicato ai familiari dei pazienti oncologici

A causa dell'impatto inevitabile sull'ambiente che circonda il malato, il tumore può essere definito come una “malattia della famiglia”.

La vita della famiglia cambia bruscamente: tutto è focalizzato sul percorso di cura del proprio caro. Così reagendo ci si dimentica di vivere la propria vita.

La malattia oncologica va oltre la fase iniziale della diagnosi. È un percorso faticoso a cui seguono intervento, terapia e controlli: ogni momento richiede nuove energie per essere affrontato ed è importante prendersi il giusto tempo per sostenere il peso di ognuno di essi. Ciò che fa particolarmente paura di un tumore sono le incognite. Convivere con le incertezze è un aspetto della malattia.

Ogni familiare reagisce a modo proprio, trovare una giusta posizione è molto complesso. Spesso i sentimenti di impotenza e di angoscia portano alla negazione della malattia che cela la disperazione per l’idea della perdita del proprio caro. Avere uno spazio per la condivisione di tali emozioni può aiutare a trasformarle in risorse per sé e per il familiare malato.

 

...oltre il senso di annullamento

 

Gruppo di supporto dedicato ai familiari che si prendono cura dei pazienti affetti dal morbo di Alzheimer

Accostandosi alla malattia di Alzheimer il famigliare si ritrova all’interno di un cambiamento estremamente doloroso che tocca l’intero nucleo famigliare.

Si tende ad abbandonare i propri bisogni e desideri perché il proprio caro richiede una cura costante. Si innescano sentimenti di rabbia, di frustrazione, di impotenza che da soli diventano difficili da gestire.

Avere uno spazio per sé potrebbe aiutare i famigliari a riappropriarsi della propria vita elaborando i vissuti.

 

...oltre l'incomprensibile

 

Gruppo dedicato ai familiari di Persone che soffrono di attacchi di panico e ansia

Chi vive a stretto contatto con un familiare che soffre di disturbi d’ansia e attacchi di panico si trova spesso in difficoltà, si viene inglobati in una sofferenza incomprensibile e diventa faticoso stare accanto alla persona amata.

Gli incontri proposti sono in primo luogo uno spazio d’accoglienza e di scambio tra sofferenze diverse che desiderano dialogare e confrontarsi, oltre che una risposta al bisogno di informazioni e la ricerca di risposte che spesso riscontriamo nei familiari dei nostri pazienti.

I gruppi saranno condotti da due psicologhe e psicoterapeute esperte , a cadenza quindicinale, il giovedì dalle h 18.00 alle h 19.45 a partire da gennaio 2015 per 6 incontri. Il percorso si terrà per un numero ristretto di partecipanti per favorire un ambiente accogliente e caldo. Il costo del percorso è di 200€.

_____________________________

Presso il Centro clinico "Il Ruolo Terapeutico", Via G. Milani, 12 Milano

Per informazioni rivolgersi ai seguenti numeri:

Dott.ssa Elena Berardinelli

Tel. 339.3509652

elena.berardinelli@hotmail.it

www.elenaberardinellipsicologa.it

Dott.ssa Marta Milanesi

Tel. 339.6983718

martamilanesi@live.com

BERARDINELLI DOTT.SSA ELENA | 24, Via Moietta - 24043 Caravaggio (BG) - Italia | P.I. 03972770162 | Cell. +39 339 3509652 | elena.berardinelli@hotmail.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy